Pagina:Erodiano - Istoria dell'Imperio dopo Marco, De Romanis, 1821.djvu/224

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
220 erodiano


Alessandro non sua madre dopo aver retto l’imperio quattordici anni, senza che mai si fossero da’ suoi sudditi mosse querele contro di lui, e senza che venisse sparso il sangue di alcuno di loro. Imperocché tutto pietoso e caritatevole aveva in orrore la crudeltà e le uccisioni, e non gli pativa l’animo di veder morire persona illegalmente e senza condanna. E certo il suo governo era degno de’ maggiori applausi, se l’avara e sordida madre non avesse renduto vituperevole il troppo ubbidiente figliuolo.

Fine del Libro Sesto.