Pagina:Erodiano - Istoria dell'Imperio dopo Marco, De Romanis, 1821.djvu/97

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

istoria libro ii. 93


che a concedervi la vita. Voi dunque, o miei soldati, restringeteli, e strappate loro la militare divisa, e nudi che saranno di qui fuori respingeteli. E voi, o vili, andatevene più che potete lontani: e giuro a Dio che il primo di voi che sarà veduto entro le cento miglia dalla città verrà punito di morte. Ciò detto, sono già sopra loro gl’ivi appostati soldati d’Illiria, che gli disarmano delle bajonette che tutte in oro ed argento pendeano per pompa a’ loro fianchi, e quindi strappate loro di dosso le cinture, le divise, e le altre militari insegne, tutti nudi fuori gli spingono. Vedendosi costoro presi a tradimento e con frode, si prestavano pazientemente a ogni cosa. E che far potevano pochi e senz’armi contro molti ed armati? Se ne andettero dunque raccomandandosi, e tenendosi a gran benefizio di avere scampata la vita. Dolevansi però e rammaricavansi, ch’essendo venuti fuori senz’armi, si fossero da per se stessi offerti a quella ignominia e vergogna. Ne pensò un altra ancora Severo. Stando in dubbio che quei cosi cacciati ed inviliti non facessero ritorno a’ loro alloggiamenti, e quivi corressero perdutamente alle armi, fece traggettare per alcune occulte vie i più bravi de’ suoi, comandando loro di scagliarsi nell’abbandonato pretorio, e toltene le armi far petto a