Pagina:Ferrero - Diario di un privilegiato, Chiantore, 1946.djvu/41

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

prodromi al diario

tirannia improvvisamente rivela e favorisce in tutti gli ambienti.

Bisogna aggiungere che un altro intellettuale, questa volta povero, il professor Mengin, si incaricò in altre circostanze di tenere presso di sè quello stesso manoscritto, d’altronde non compromettente, poichè si trattava di un romanzo.

Fin qui si trattava di incidenti senza grande importanza personale; gli attachi personali dovevano cominciare solo nel novembre dello stesso anno.

C’erano stati nel ’26 vari attentati più o meno autentici contro Mussolini, quello della Gibson in aprile e quello di Lucetti in settembre. Questi attentati erano stati occasione di molti arresti sensazionali e di una intensificazione di spedizioni punitive, che non avevano cambiato però la linea generale del regime.

Il 31 ottobre del ’26 a Bologna un misterioso colpo di fucile sarebbe stato tirato


21