Pagina:Ferrero - Diario di un privilegiato, Chiantore, 1946.djvu/98

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

leo ferrero

capo del Governo è furente, egli, Prefetto, è ansioso di togliere questa sorveglianza, non capisce perchè papà esiti, che importanza può avere per lui una smentita assolutamente privata?».

Gli amici prevengono papà di essere prudente. «Non si fidi della promessa del Prefetto e neppure di quella di Bal. Il fascismo ha un’abilità diabolica a metter tutti gli onesti in cattiva luce, a calunniarli in modo subdolo. E’ questo il merito che Bai apprezza di più nei suoi funzionari. II funzionario che riesce a degradare un maggior numero di uomini è sicuro di rapida carriera!». In verità non ci vuole molta abilità a degradare un onesto quando si dispone della stampa, della posta, del telefono, quando non rimane alla vittima, nè la parola, nè la penna, nè la posta per opporsi alle calunnie che nemici spandono sul suo conto!

«La lettera — dicono gli amici — deve essere inoppugnabile dal punto di


78