Pagina:Fineo - Il rimedio infallibile.djvu/54

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
28


mi questi Vasi da aria, & venti caldi. Et di questo modo elle sariano honorevoli ne le Cenere de le Regine spose sù quel primo che sono ite à Marito.
I Cortigiani, & Religiosi, che spesso ricevon disgusto dal troppo cattivo vino, si ponno accorgere, che già hanno il rimedio di potere con degnità tenere un vase di questi commodo di due barili, ne la propria Camera. Onde havran sempre vin bono al paro de li padroni. Cosi gli Artigiani. Cosi ogni studente. Cosi ogni pover homo, che non harà Cantina.
Nè io dubito, che con la via, che io hò mostro di questo inceramento, & colorimento si susciteranno di varie altre inventioni di colorature, ò vetriamenti, ò petene cbe altrove le chiamino, & in somma varie altre filosofie d’odori, & sapori da darsi al Vase; (percioche frà tutte le genti è sparsa la scienza più sensata di tutte le cose, se si sapesse ricapere) siche si farà quasi à gara à chi meglio vetriatura haverà trovato.




A certi homini ritrosi, & non meno incon-
tentabili, che intollerabili, i quali vor-
riano anco una cosa più spedita,
& di manco spesa, che non è
la sudetta inceratura.


D

I voi altri (à dirla come la stà) non si devria havere pur una consideratione; perche veramente non siete boni à niente, se non, ò a dire spropositi, ò forse à trovare (& sempre senza causa) il pelo ne l’ovo. Tuttavia, per contentare anco da van-


    taggio