Pagina:Fingal poema epico di Ossian.pdf/4

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

OSSIAN


(GIACOMO MACPHERSON)




Giacomo Macpherson, letterato scozzese, celebre per la pubblicazione dei Poemi d’Ossian, nacque nel 1738 a Ruthven, nella contea d’Inverness, e morì il 17 febbrajo 1795. Destinato dai suoi parenti alla professione ecclesiastica, fece gli studi nel collegio del Re ad Aberdeen. Lasciando il collegio, si fece maestro di scuola, ed in questa umile posizione pubblicò nel 1758 un poema intitolato l’Highlander. Dicesi avesse scritto prima alcuni altri opuscoli poetici, come un poema sulla Morte ed un poema intitolato Il Cacciatore, primo abbozzo dell’Highlander.

Poco dopo inviò allo Scots Magazine alcune composizioni in versi, pochissimo segnalate, ma che più tardi furono tolte dall’oblio e citate come documenti giustificativi nella famosa polemica, sull’autenticità dei poemi d’Ossian.

Incominciavano ad occuparsi dei canti popolari dei montanari o Highlanders scozzesi; lo storico Adamo Ferguson, montanaro anch’esso, pel primo diede la sveglia a questo soggetto. I suoi amici, il dottor Carlyle, ministro d’Inverness, che aveva numerosi conoscenti fra i letterati di quel tempo, e Giovanni Home, l’autore del Douglas, seguirono il suo impulso. Nell’autunno del 1759, Carlyle e Home incontrarono Macpherson, che mostrò loro alcuni frammenti di poesia gaelica (il gaelo o gaelico è il dialetto nativo degli Highlands) e condiscese a tradurli. Queste traduzioni, comunicate al dottor Blair, a Shenstone, a Gray, eccitarono grandemente la loro ammirazione; esse furono pubblicate nel 1760 sotto questo titolo: Fragments of ancient Poetry, collected in the Highlands of Scotland, and translated from the gaelic, or Erse language, con una prefazione anonima di Blair. Questi frammenti erano in numero di sedici. L’effetto ne fu tale, che la facoltà degli avvocati di Edimburgo fece una sottoscrizione che fornì a Macpherson i mezzi di visitare gli Highlands collo scopo di