Pagina:Francesco Ambrosi, Trento e il suo circondario descritti al viaggiatore, 1881.djvu/190

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
162 Distretto di Vezzano

il Gneum inclinatum Schl., che troviamo citati, come esistenti su questo monte dal Perini (Statistica ecc), e nella Flora del Tirolo del Bar. v. Hausmann.

Il Croz dell'Altissimo (2321 m.) sorge a nord della valle delle Seghe a maestro di Andalo. Tiene ad occidente la Cima Tosa, e forma coi Lastedi (2199 m.), la Gallina (2436 m.) e la Mulara (2403 m.) il contraforte orientale del famoso gruppo di Brenta. — Nella cima è nudo; facile n'è l'ascesa, alle sue falde tiene la Malga di Molveno, e più sopra non dà che pascoli per le pecore.

La Cima del Gess (2716 m.) è ad oriente della Tosa nel Comune di San Lorenzo in Giudicarie. Si sta insieme con Prada a settentrione di questo ameno paesello, alla distanza di cinque ore, mentre il monte Prada non se ne discosta che per due sole ore. Questo forma la parte inferiore del Gess, ed è coperto di prati; la Cima invece è spoglia d’ ogni vegetazione, e solo nelle sue pendici dà erba che serve di pascolo alle pecore. Del resto da questa cima la vista si spinge da un lato sino alla Marmolata, e dall'altro sino al lago di Garda, a Desenzano e al Monte Baldo, senza poi dire dell Adamello, della Bocca di Brenta, della valle di Non, della Mendola e di altri luoghi che di là si prospettano stupendamente.