Pagina:Francesco Ambrosi, Trento e il suo circondario descritti al viaggiatore, 1881.djvu/20

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
18 Notizie generali

Quaglia (Cuturnix dactylisonans Mey.) mette le sue uova tanto al piano che nei luoghi montani. I Trampolieri, ad eccezione del Re di quaglie (Crex pratensis Bechst.) e della Beccaccia (Scolopax rusticola Linn.) sono passaggieri a tempi indeterminati; e così va detto dei Palmipedi, che sogliono visitare i nostri luoghi, e farvisi vedere a date stagioni prima o dopo una burrasca.

Un Passeraceo, che di rado nidifica da noi e passa annualmente in Ottobre ed ai primi di Novembre, è il Montano (Fringilla montifringilla Linn.). — Sono di passo straordinario: il Beccofrusone (Ampelis gurndus Linn.), lo Storno roseo (Pastor roseus Temm.), la Ghiandaja marina (Coracias garrula Linn.), il Grottajone (Merops apiaster Linn.) ecc. — De’ Trampolieri visitatori delle paludi notiamo: il Piviere (Pluvialis apricarius Bp.), la Pavoncella (Vanellus cristatus Mey. et Wolf.), l’Airone rosso (Ardea purpurea Linn.), e il bianco (Egretta alba Bp.), la Folica (Fulica atra Linn.), la Sgarza ciuffetto (Buphus comatus Boie), la Nitticora o Sgarza bianca (Nicticorax grisea Brel.) il Frullino o Beccanella (Gallinago gallinula Bp.), il Chiurlo grosso o Arcuada (Numenius arquata Lathr.) ecc. — De’ Palmipedi sono più frequenti: l’Anitra selvatica o Germano reale (Arias boschas Linn.), l’Oca selvatica (Anser cinereus M. et W.), il Fischione (Mareca Penelope Selb.), la Moietta (Fuligula cristata Steph.), la Marzarôla (Querquedula Crecca Steph.), la Marzaróla (Querquedula Circia Steph.), il Fistone turco (Fuligula rufina Steph.), il Moriglione (Fulix ferina Salv.), la Pescaiola o Smergo