Pagina:Francesco Ambrosi, Trento e il suo circondario descritti al viaggiatore, 1881.djvu/54

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
44 Distretto di Trento

fresco di Madonna salvati dal guasto dei tempi e degli uomini dal distinto Archeologo Mons. Giambattista Zanella.


La Chiesa dell’Annunziata è in cima a Via larga, e fu eretta sul disegno e coll'opera di Antonio Brusinelli nell’anno 1713. Al corpo di essa fa padiglione la bella cupola sostenuta da quattro colonne di marmo rosso trentino, e dipinta a fresco dal Veneziano Francesco Fontebasso. Contiene tre altari marmorei, il maggiore e due laterali, eseguiti dai valenti scultori fratelli Benedetti; il primo più grandioso per mole, coll’antipendio a finta drapperia sostenuta da due vezzosi genietti, e con tela dipinta da Michelangelo Grigoletti. Negli altari laterali sono le pale di San Francesco di Paola e la Sacra Famiglia eseguita dalla trentina Domenica Spaventi.


La Chiesa del Seminario è in fondo alla stessa via (Via larga), e si prospetta benissimo dalla Piazza maggiore. Fu eretta nell’anno 1701 sui disegni del celebre Gesuita trentino Andrea Dal Pozzo; è ricca di marmi; ha cinque altari, e grandiose tele, due delle quali, compresa quella di San Francesco Saverio all’altare maggiore, uscirono dal pennello del predetto Architetto. — Di lui è pure il dipinto dell’Immaculata che si venera nella Cappella interna di quel grandioso edificio.


La Chiesa di San Pietro è sulla Via che s’intitola dal nome dell’Apostolo. É decorata di ele-