Pagina:Gasco - Libertà di insegnamento e libertà di studio.djvu/13

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

– 13 –

È questo indubitatamente il fulcro della loro risurrezione.

«Lo spirito scientifico, osserva Fr. v. Liszt, non può crescere se non sul suolo della libertà accademica».

«La libertà di apprendere, esclama H. Dernburg, è il sole vivificatore al quale le nostre Università debbono la loro prosperità e grandezza ».

«Liberté absolue d’enseigner, — dichiara saggiamente M. K. Hillebrand, — liberté absolue d’apprendre, tels sont les principes qui ont fait la grandeur de ces établissements scientifiques; indépendance complète et concurrence féconde, telles sont les traditions qui, en leur donnant l’honos et praemium, ont fait la grandeur de ces corps qui jouissent en Prusse d’une position sociale assez semblable à celle de notre barreau ou de notre magistrature».

E son lieto di rammentare che anche in Italia vi furono Ministri della Pubblica Istruzione che nobilmente ed arditamente vollero la riforma alta, vasta, profonda.

Rammenterò qui il compianto Matteucci; rammenterò il mio ottimo collega, un loro esimio maestro, Guido Baccelli.

E lo stesso Ministro Villari non è punto contrario a questa alta e tanto necessaria riforma.

Basta leggere i suoi discorsi nel Senato e nella