Pagina:Georgiche.djvu/24

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
24

è da istituirsi sopra un intero paragrafo, o un certo tratto di versi, o una descrizione compiuta, quella a cagion d’esempio bellissima di una pioggia estiva al v. 322 del libro primo. Leggasi questa, o qual’altra più vuolsi, tutta intera e di seguito nelle due lingue, e potrà in tal modo verificarsi, se nell’una e nell’altra corrisponde e combina adequatamente, e soprattutto se in ambedue sveglia e produce l’impressione medesima, ciò ch’è l’unico scopo, o certamente il primario d’ogni poetica traduzione.

Ed ecco e della fedeltà, e della precisione già detto assai, quanto almen basta a porre in guardia il lettore dai pregiudicii più frequenti e comuni. Resterebbe ora a parlar dello stile in generale, e certo sembra, che il darne una qualche idea sarebbe indispensabile in un poema, che dallo stil riconosce la sua maggiore celebrità, e la di cui traduzione per conseguenza dev’essere giudicata sotto questo confronto singolarmente; ma come questa materia è sì vasta, che il dirne poco non gioverebbe all’intento, e l’esaurirla sarebbe inopportuno e impossibile, così non restami, che un sol consiglio da sugge-