Pagina:Georgiche.djvu/31

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

31

ARGOMENTO.


Tutto il poema delle Georgiche è diviso in quattro libri che separatamente abbracciano la cultura dei campi il primo, degli alberi e delle viti il secondo, il terzo e l’ultimo degli armenti e delle api.

Comincia il primo dall’esposizion generale dell’Opera e dall’invocazione di tutte le deità campestri, con un’apostrofe ad Ottaviano Cesare divinizzato: entra quindi nella trattazione della materia subdivisa in sei parti, e sono: la differente natura e qualità delle terre, e le varie maniere di coltivarle; l’origine dell’agricoltura; i varii stromenti degli agricoltori; il tempo ai lavori opportuno; i diversi prognostici della pioggia e del sereno, artificioso quadro e bellissimo, e da una serie di piccole miniature mirabilmente animato, che fa poi strada alla non men poetica descrizione dei prodigi avvenuti alla morte di Giulio Cesare; e conchiudesi finalmente con un breve lamento sopra l’Italia desolata allor dalle guerre.

Dalla invocazione di Bacco prima, poscia