Pagina:Giuochi ginnastici raccolti e descritti per le scuole e il popolo.djvu/24

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
XX Prefazione.

ritenni quelli che igienicamente mi parvero più utili; poi, cominciai a diffonderli.

I vantaggi che ottenni dall’introduzione di questi giuochi a Rovigo e in altre città, mi furono gradita ricompensa della fatica durata; dimostrarono che il mio lavoro non era stato del tutto inutile, e m’indussero a scrivere questo Manuale, che ora presento al pubblico come tenue contributo all’opera di propaganda per la diffusione dei giuochi in Italia.

Alla valorosa e dotta schiera di coloro che furono i primi ad iniziare quest’opera benefica e altamente encomiabile, io dirigo in particolar modo il mio modesto lavoro, quale prova di viva gratitudine e di rispettosa affezione per quanto essa fece in pro dell’educazione fisica, accompagnandolo con la fervida preghiera che voglia continuare ad adoprarsi perchè s’abbia presto anche da noi dei Campi di giuoco in cui la gioventù delle scuole e del popolo gaiamente si sviluppi e si fortifichi, dei Campi di giuoco che possano dare alla patria una generazione sana e robusta.


“Pro patria est, dum ludere videmur.„




Rovigo, 1895.