Pagina:Giuochi ginnastici raccolti e descritti per le scuole e il popolo.djvu/68

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
44 Parte seconda.


Mentre è dato questo calcio, i punitori possono collocarsi fino ai pari della palla, ma non più avanti, e i puniti devono rimanerle discosti almeno m. 5,50.

c) Quello che dà il calcio di vantaggio non può continuare il giuoco, se prima la palla non è stata toccata da un altro.

d) Nei casi d’infrazione alle regole: IV,1,b,c— 7,c - 8,d,g - 10,c,h, la punizione è ordinata subito dal Direttore.

e) Nei casi d’infrazione alle regole: IV,9,b,c,d,e, — 11,h — il Direttore per ordinare la punizione attende il reclamo degli avversari (11,d).

B) Punizione di rigore o calcio libero.

f) Per le infrazioni alle regole: IV,9,b,c,d,e, commesse da uno del partito minacciato entro lo spazio compreso fra il segno del fondo e quello di punizione dì rigore (II,1,b,5), ossia entro il rettangolo PBDQ o ANOC, gli assalitori acquistano il diritto di punire gli avversari con un calcio detto libero o di punizione di rigore.

g) Questo calcio (f) viene dato cosi. Uno degli assalitori posa la palla nel mezzo della linea NO o PQ, proprio davanti alla porta nemica; il Custode del partito da punirsi rimane alla difesa della porta sulla linea TU o RS, e gli altri giocatori di tutt'e due i partiti si dispongono di dietro alla palla, a m. 5,50 di distanza dalla linea di punizione; poi uno degli assalitori dà il calcio.

h) Il giocatore che dà il calcio libero non