Pagina:Gli sposi promessi II.djvu/13

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

capitolo i. - digressione: la signora. 163

obbligata di 1 insegnar loro gratuitamente la via del convento. Si mossero quindi tosto benché 2 dovessero risentirsi del travaglio della notte e del giorno antecedente: 3la lepre cacciata non sente la stanchezza che quando ha trovato un ricovero.

4 Agnese, a cui l’aspetto di Monza non era nuovo perché v’era passata molti anni addietro, né imponente, perché aveva soggiornato a Milano, camminava francamente 5 guidando e incoraggiando Lucia, la quale andava rasente il muro tutta sospettosa. Girando di via in via, e ad ogni rivolta di canto trovando ancora vie e case, era Lucia colpita da una maraviglia 6 mista di 7 non so quale afa, come chi vede una brutta grandiosità. Ma il sentimento predominante di accoramento e di terrore non 8 le dava campo di esprimere quello che allora provava, né 9 [di] provarlo distintamente e con forza. Giunte alla porta del convento tirarono il campanello, e 10 al portinajo 11 che sopravvenne chiesero del padre guardiano, 12 al quale avevano una lettera da consegnare. Quando Lucia vide 13 una tonaca cappuccinesca le parve di essere in paese conosciuto, 14 e si riebbe alquanto. Il padre guardiano non si fece aspettare, salutò le donne, prese la lettera dalle mani di Agnese, e veduta la soprascritta, 15 disse con una voce che annunziava la compiacenza: «Oh! il mio Padre Cristoforo.» Il Padre Cristoforo era stato suo 16 collega nel noviziato; e d’allora in poi essi avevano contratta una 17 amicizia da chiostro, voglio dire una amicizia cordiale, intima più che fraterna, simile a quelle che si 18 narrano 19 di qualche pajo d’uomini dell'antichità, di quelle che si formano in tutte le società 20 separate con vincoli particolari dalla società universale 21 degli uomini. 22 Queste frazioni, questi crocchj 23 creano fra tutti i membri che 24 li compongono un vincolo particolare d’interessi, di 25 amor proprio comune e di benevolenza, vincolo talvolta debole assai e che non basta

  1. der
  2. stanche
  3. ma colui che non
  4. [Lucia] Agnese che molti anni addietro era passata a Monza (lacuna)
  5. quand
  6. disg
  7. una certa
  8. la lasciava parlare di
  9. di sent
  10. chiesero
  11. [che sopravvenne] di casa
  12. Qui e altrove con minuscole
  13. una barba
  14. e si sentì
  15. gridò
  16. comp
  17. di quelle [ami] strette amicizie
  18. contan di
  19. di alcun giov
  20. [che] particolari
  21. degli u
  22. e che sono
  23. [creando tra i membri) legano
  24. gli
  25. affezioni e di benevolenza,