Pagina:Gli sposi promessi II.djvu/131

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

capitolo vii - la signora tuttavia. 281


1 Se quel fatto crescesse in tutto il contorno il terrore che già ognuno aveva del Conte, non è da domandare; e l’impressione 2 comune di stupore e di sgomento fu tale che nessuno poteva pensare al Conte senza che il fatto non gli ricorresse al pensiero; e cosi 3 fu associata al nome quell’idea, che tutti avevano associata alla persona. Il Conte sapeva che lo designavano con questo soprannome, ma 4 lo sofferiva tranquillamente, non gli spiacendo che ognuno, avendo a parlare di lui, si ricordasse di quello ch’egli 5 sapeva fare; 6 o forse che, 7 avendo in qualche romanzo di quei tempi 8 veduto 9 qualche 10 menzione di Scipione l’Africano, o di Metello il Numidico, amasse di aver com’essi il nome dal luogo illustrato da una grande impresa.

Teneva egli dispersi o appostati assai bravi nello Stato milanese e nel veneto, e dal suo castello posto 11 a cavaliere ai due confini dirigeva gli uni e gli altri, facendo ajutare o perseguitare quegli che si rifuggivano da uno Stato nell’altro, secondo l’occorrenza, 12 tramutandone 13 alcuno talvolta, 14 quando qualche operazione lo domandasse, o anche quando alcuno avesse in uno stato commessa qualche iniquità tanto clamorosa che 15 la giustizia, per averlo nelle mani, facesse sforzi straordinarj, che esigessero sforzi straordinarj per difenderlo. Allora la fuga del reo era 16 una buona scusa ai ministri della giustizia 17 del non far nulla contra di lui; e la cosa finiva quietamente, tanto che dopo qualche tempo 18 non se ne parlava più, né meno sommessamente, e il reo ricompariva 19 con faccia più tosta che mai. Questo maneggio 20 serviva non poco ad agevolare tutte le operazioni del Conte, perché le si compivano tutte senza molto impaccio dei ministri della giustizia, i quali potevano sempre allegare 21 l’impossibilità di porvi un riparo. Quanto alle operazioni che il Conte eseguiva di propria mano, 22 la giustizia non se ne

  1. Se per l’avvenire il (lacuna)
  2. fu tale che
  3. [la memoria] cominciarono a
  4. [non se l | lo] non se l’aveva a male
  5. Variante poteva
  6. e parendogli forse
  7. avesse
  8. letto
  9. far menzione
  10. cosa
  11. ai
  12. ; cangiando stazione ora all’uno ora all’altro
  13. or l’uno or l’altro quan
  14. quando fosse stato più atto ai servizj che avevano [avevano quando il] se il fatto
  15. per sostituirlo facesse duopo (sic)
  16. un pretesto
  17. per
  18. [per | di coloro] egli per
  19. più
  20. [facilitava d’assai le oper] serviva assai a facilitare le operazioni del Conte
  21. a scusa della loro inerzia
  22. non