Pagina:Goethe - Ricordi di viaggio in Italia nel 1786-87.djvu/63

Da Wikisource.

— 49 —


degli ordini di colonne nell’architettura civile, imperocchè riunire mura e colonne, sarà pur sempre una contraddizione. Con quanta abilità non seppe egli superare cotale difficoltà! quanto non impone l’aspetto delle sue opere, e come si dimentica, ch’egli non ebbe altro in mira se non il farvi illusione! Si scorge veramente un non so che di divino nelle sue linee, armoniche quanto i versi di un gran poeta, il quale dalla verità e dalla menzogna sa trarre un terzo elemento affatto nuovo, il quale incanta, rapisce!

Il teatro olimpico si è il teatro degli antichi, ridotto a minime proporzioni, ma pur sempre d’inarrivabile bellezza; paragonato ai teatri moderni, direi fare quello la figura di un giovane di buona famiglia, ricco, stupendamente educato, a fronte d’uomo maturo d’anni, di origine meno distinta, meno ricco, meno colto, ma che sà meglio del primo quanto possa ottenere con i suoi mezzi.

Quando si considerano qui sul sito gli edifici stupendi eretti da quel genio, e che si scorge in quale stato li abbiano ridotti il sudiciume e la trascuranza, e come i progetti fossero spesse volte superiori alle forze di coloro i quali li intraprendevano, e come i monumenti di quell’ingegno eletto, poco corrispondessero alla vita usuale, allora si scorge che avvenne al Palladio pure, quanto avvenne ad altri, vale a dire che si ottiene poca gratitudine dagli uomini, quando si accrescono le loro pretese, quando si mira ad ispirare loro idea grande di sè stessi, a far loro comprendere la bellezza di una esistenza veramente nobile. Ma quando s’illudono gl’insulsi, quando loro si narrano favole, quando si cerca corromperli un giorno più dell’altro, allora si è grandi, allora si ottiene favore; e questa si è la cagione per la quale si scorgono cotanti sconci nell’età presente. Non dico questo già per fare torto a miei contemporanei; dico unicamente che sono tali, e che non havvi punto a maravigliarsi, se le cose tutte, vanno come vanno.

Non vorrei dovere esprimere come la basilica del Pal-