Pagina:Goldoni - Memorie, Sonzogno, 1888.djvu/374

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
372


bene sia un procacciare a voi un sollievo dai vostri grandi lavori, una consolazione nelle vostre pene, nelle vostre sollecitudini patriottiche; e la Convenzione Nazionale onorerà sè stessa rendendo omaggio alla memoria di un vecchio rispettabile, e accompagnandolo, per così dire, con benefizii insino alla fossa in cui discese poc’anzi. Vi propongo perciò il seguente decreto:

Art. I. La vedova del Goldoni godrà a vita una pensione di lire 1200, che le sarà pagata dalla Tesoreria Nazionale.

Art. II. Ciò che era dovuto al Goldoni dal mese di luglio ultimo scorso per la sua provvisione annua di lire 4000, sarà pagato subito dalla Tesoreria Nazionale a richiesta della vedova.

La Convenzione approva.