Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1907, I.djvu/25

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


L’AUTORE

A CHI LEGGE.

(Tomo I)


A TENORE de’ manifesti, che ho fatto a questa mia edizione precedere, eccomi a dar principio alla stampa, che avrà per titolo: Opere di Carlo Goldoni. Sono dette mie opere in varie classi divise; ma io le dividerò in tre parti soltanto. Comprenderà la prima Commedie, Tragedie e Tragicommedie. Comprenderà la seconda i Drammi Musicali serj e giocosi, Oratori, Cantate e simili Componimenti per Musica. Comprenderà la terza tutte le mie poetiche composizioni edite e inedite, in varj tempi ed occasioni prodotte. Ciascheduna di queste tre parti formerà un corpo da sè, separato dagli altri, onde potrà alcuno aver le Commedie senza i Drammi e senza le Poesie Miscellanee, ed avrà un corpo perfetto, e così parimenti sarà perfetto il corpo delle Poesie Musicali o Miscellanee, principiando e quelle e queste coll’indicazione di Tomo I. Di più le Opere Musicali e le Poesie diverse non avranno che un solo Rame nel Frontispizio, e le Commedie ne avranno cinque, onde il prezzo sarà diverso, quantunque la forma della stessa grandezza per unirli insieme volendo. Tutti i Tomi di Commedie, Drammi, Poesie etc. avranno due Frontispizj, uno istoriato contenente il titolo generale: Opere di Carlo Goldoni; l’altro in lettere, specificante la classe e il tomo, di cui si tratta. Tutto ciò dichiarai molto prima ne’ manifesti suddetti, ma qui ho voluto ripeterlo acciò rimanga perpetuamente la maniera, con cui s’hanno a dividere le cose mie, che ponno sussistere separate ed unite; e do frattanto principio alla prima classe, che è quella delle Commedie, Tragedie e Tragicommedie.

Ciascun frontispizio, come dissi, istoriato, rappresenterà un qualche pezzo della mia vita, principiando dall’età d’anni otto, in cui il genio comico principiava in me a svilupparsi, composta avendo in sì tenera età una Commedia, di quel valore che aspettar si

a potea