Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1907, I.djvu/475

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


A SUA ECCELLENZA LA NOBIL DONNA ANDRIANA DOLFIN BONFADINI.

EGLI è ben ragionevole, che la primogenita fra le mie Commedie nelV uscire (’) alla luce del mondo per mezzo della stampa, ricorra sotto la protezione dell’illustre e cospicua Dama, che prima d’ogni altra si e degnata al di lei Padre ed Autore di compartire il clementissimo suo patrocinio. Io incominciai a godere del henignissimo favor vostro, sin d’allora che V Eccellentissimo Signor Francesco Bonfadini, dignissimo vostro Sposo e mio clementissimo Benefattore, incominciava a dar saggi di sua virtù e del suo zelo per la patria nel nobile Reggimento di Chioggia, dove ho avuto V onor (2) di servire Sua Eccellenza per Coadiutore nella Cancelleria Criminale. Questa per me fu V Epoca fortunata, in cui feci il grande acquisto della protezion vostra, e dal generoso e grande animo vostro mi si conservo sempre eguale (3), A Bergamo nel 1732, nel tempo che 7 medesimo Eccellentissimo Consorte vostro sosteneva con lode distinta la gravissima Pretura di quella illustre Città, fui fatto degno di goderne i generosi effetti in qualità di fortunatissimo Ospite; ne pago ancora V animo vostro sempre benefico, (I) Diceva r ed. Bettinelli: nell’uscire per la prima volta ecc. (2) Exld. Bettinelli e Paparini: ho io riportato il grande onor ecc. (3) Così le edd. Bettinelli e Paperini: Questa per me fu V Epoca fortunata, in cui feci il grande acquisto della graziosa Protezion vostra, la quale, ancorché a motivo delle mie varie vicende, per qualche tempo non esercitata si sia rimasta, pure dal generoso e grande animo vostro mi si conservò sempre eguale, a segno che dopo lunghi errori gittata in Bergamo nel 1732, nel tempo ecc.