Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1907, I.djvu/477

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


solazione dì poter sperare, che da Voi saranno qualche fiata lette con quello stesso favore, con cui le avete tante volte udite rappresentare, e donerete ad esse quel medesimo compatimento, col quale vi siete degnata per tanto tempo di riguardare il loro umilissimo Autore, il quale nuli’altro più desidera, che V onore di sempre più confermarsi Di V. E.

Umiliss. Devotiss. ed Obhligatiss. Serv. Carlo Goldoni.