Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1907, I.djvu/99

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


pelli si cambiano, secondo la stagione più o meno avvanzata, e le une si chiamano Dossi, e le altre Vari. Le maniche tanto nelr estate che nell inverno, fra il gomito ed il polso si allungano verso terra, e formano una specie di sacco o di tasca, che serve per riporvi le cose, che portansi ordinariamente sopra di se, poiché i’abito, sia in pelli, sia in ormesini non ha saccoccie. Portasi ancora affibbiato alla spalla sinistra un pezzo di panno nero, della lunghezza di una canna in circa, e di due palmi in circa di largo, il qual panno discende egualmente, parte sul dinanzi e parte al di dietro della persona, sino alla cintura e sino al gomito. Chiamasi questo panno la Stola; molti non la portano, specialmente in estate, ma è necessaria in tutte le occasioni di pubblicità, o di cerimonia, e quando l’Avvocato presentasi ai Tribunali, dee distaccar la stola dal sito ordinario, e per segno di rispetto e di sommissione la ritiene attraversata al braccio sinistro, fra il gomito e il polso. Aggiungerò in questa occasione, che l’abito degli Avvocati in Venezia è simile in tutto a quello dei Patrizj generalmente, a riserva di quando alcuni di essi occupano le dignità principali della Repubblica, e portano le vesti, che si dicon Segnate, o rosse, o violate, o di panno, o di seta, secondo le cariche e le stagioni. Eccomi dunque vestito di un abito rispettabile e decoroso, ed adornato di un titolo, che ho sempre apprezzato e conservato con gelosia, ponendolo in fronte alle opere mie, malgrado Y abbandono dell’esercizio, ne mai per qualunque evento lascierò di gloriarmene, sperando di non avermene reso indegno, e che non ostante la distanza, in cui sono, sarà conservato il mio nome al Magistrato Eccellentissimo de’ Censori fra il ruolo degli Avvocati, poiché, come disse Marziale in altra occasione, e come trovasi inciso sotto il frontispizio suddetto, Casibus hic nullis, nullis delebilis annis Vivet.

Astrea, che mi ha adottato per figlio, e V Adria, mia clementissima Madre e Protettrice e Sovrana, furono da me a questo fine collocate al dissopra del Quadro, ed il mio nome fra le loro mani è in sicuro.

Torniamo