Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1909, IV.djvu/405

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

IL BUGIARDO 393

Ottavio. Saremo quattro persone felici, e goderemo il frutto de’ nostri sinceri affetti. Ameremo noi sempre la bellissima verità, apprendendo dal nostro Bugiardo, che le bugie rendono l’uomo ridicolo, infedele, odiato da tutti; e che per non esser bugiardi, conviene parlar poco, apprezzare il vero, e pensare al fine.


Fine della Commedia.