Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1912, XV.djvu/301

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

LA DONNA BIZZARRA 293


ATTO SECONDO.
SCENA PRIMA.
Martorino e la Baronessa.

Martorino. (Incontrandosi colla Baronessa.)

Signora Baronessa, ella di qua è passata,
Ed or la mia padrona nelle sue stanze è andata.
Baronessa. È ver, dovea aspettarla; ma, a dirla in confidenza,
Con quel caro mio padre perduta ho la pazienza.
Quando a parlar principia, non la finisce mai;
So qual è il suo costume, ma ancor non mi avvezzai.
Ei fu sempre alla guerra, io vissi in un ritiro;
Dacchè è morta mia madre, seco mi mena in giro.
So ch’egli fa il possibile per ritrovarmi un sposo,
Ma con quel suo parlare qualche volta è noioso.
Martorino. (Ed ella qualche volta fa dar nelle impazienze
Colle sue cerimonie, colle sue riverenze.