Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1912, XV.djvu/345

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

LA DONNA BIZZARRA 337

Capitano. Ah sì, pazzo son io nel sospirar, lo vedo.

Dice e giura che mi ama? lo credo, o non lo credo?
Non so che dir: creduto le ho cento volte ancora,
E mi deluse ingrata, e m’ingannai finora.
L’ultima volta è questa, che di restar consento;
Voglio pria di partire vederla anche un momento.
O che mi dia le prove d’amor sincero e schietto,
O le menzogne ingrate di vendicar prometto.

Fine dell’Atto Quarto.