Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1912, XV.djvu/479

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


ATTO PRIMO.

SCENA PRIMA.

Donna BARBARA e LISETTA.

Barbara. È svegliato Mariano?

Lisetta. Credo di sì, signora.
L’ho chiamato due volte.
Barbara. E non si vede ancora?
Lisetta. Chi sa che di bel nuovo non si sia addormentato?
Tre ore non saranno, che a riposare è andato.
L’alba ancor non si vede. Dawer lo compatisco,
E se ho da dire il vero, ancor io ci patisco.
Barbara. Ma quando la padrona vi prega di un servizio.
Non si può per un giorno soffrire un sagrifizio?
Una serva, un staffiere son così delicati?
Lisetta. D’ossa e di carne umana siamo noi pur formati,
E compatir conviene.