Pagina:Goldoni - Opere complete, Venezia 1915, XX.djvu/51

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

LE BARUFFE CHIOZZOTTE 43


ATTO SECONDO.
SCENA PRIMA.

Cancelleria criminale.

Isidoro al tavolino scrivendo, poi Toffolo, poi il Comandadore.

Isidoro. (Sta scrivendo.)

Toffolo. Lustrissimo siò canciliere.

Isidoro. Mi no son el cancellier; son el cogitor1.

Toffolo. Lustrissimo siò cogitore.

Isidoro. Cossa vustu?

Toffolo. L’abbia da savere che un baron, lustrissimo, m’ha fatto impazzoa, e el m’ha manazao col cortelo, e el me voleva dare, e po dopo xe vegnù un’altra canaggia, lustrissimo..)

  1. Mi ha insultato.
  1. Coadiutore, «quello che assiste, subalterno ad un ufficio»: Boerio, Diz, citato.