Pagina:Graf - Le Rime dalla Selva, 1906.djvu/189

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

A una statua di San Giovanni Nepomuceno 181


Avrei di mistico lume
       Suffusa la fronte e il ciglio,
       Nell’una mano un volume,
       96Nell’altra mano un bel giglio;

E rassomiglierei molto,
       Nella serafica e vaga
       Espressïone del volto,
       100A San Luigi Gonzaga.

La tenera penitente,
       Con amoroso rispetto,
       Per ben avermi presente
       104M’appenderebbe sul letto;

E in gonnellino, la sera,
       Mi direbbe sospirando:
       “O caro santo, che fiera
       108Lotta! a voi mi raccomando!„

Ed io lascerei dall’alto
       Cader sovr’essa un’occhiata
       Così benigna e beata
       112Da intenerire uno smalto.