Pagina:Graf - Le Rime dalla Selva, 1906.djvu/19

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Dopo venticinque anni 11


In quel tempo beato
     Era nostra ogni cosa:
     Per noi la selva e il prato
     12E la spiga e la rosa;

Per noi soli il giocondo
     Verso degli usignuoli;
     Per noi la vita. Al mondo
     16C’eravam noi due soli.

Come fuggivan l’ore
     In quell’incantamento!...
     Adesso è lento il core,
     20E il tempo anche più lento. —

O solitario bosco,
     Che sali agli erti gioghi,
     Io tutti riconosco
     24Di mia ventura i luoghi.

Ogni tronco, ogni rivo,
     E i sassi, e le sorgenti,
     Pajono dir: Sei vivo?
     28Pajono dir: Rammenti?