Pagina:Graf - Le Rime dalla Selva, 1906.djvu/258

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
250 Le Rime della Selva


Forse sognai. Poco lieto
     In ogni modo fu il sogno:
     Torbido, greve, inquïeto
     36Alquanto più del bisogno.

Ora quel sogno dilegua;
     Ma poi, se un altro sen forma?
     Degg’io sognar senza tregua,
     40Comunque vigili o dorma?

O limitar, dammi accesso;
     O porta, dammi ricetto:
     Vi contemplai molto spesso
     44Con gli occhi dell’intelletto.

Imperscrutabile, immota,
     Di là s’agglomera l’ombra:
     Ma non qualcosa vi ruota?
     48Ma non qualcosa ne sgombra?

Come ogni lusinga è lunge!
     Come ogni sofisma è muto!
     Solo un rancore mi punge:
     52Vorrei non esser vissuto.