Pagina:Graf - Le Rime dalla Selva, 1906.djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Sì, mi ricordo.... 21


E allora (ti sovviene?)
     Doppiando il baciucchio,
     Tu mormorasti: Dio!
     16Come ti voglio bene! —

Era un mattin di maggio
     Molto sereno e puro:
     E tu dicesti: Giuro!
     20Ed io ne feci il saggio.

Il saggio ed il rassaggio,
     Come si fa del vino:
     Era un lieto mattino
     24Della fine di maggio.

Ahi, vin soave e forte
     Al core ed al palato;
     Vino, che fai beato
     28L’uomo sino alla morte!

E l’uccelletto intanto
     Dal suo verde soggiorno
     Empieva l’aria intorno
     32D’un troppo dolce canto.