Pagina:Grammatica Sanscrita - Giovanni Flechia.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


IN SEMPLICI VOCABOLI. 29 cui ^ ed % vanno, secondo il §. 22, nella corrispondenti; semivocale g, onde p. e. da fag si fanno ^pr ^g ^pgT e il desiderativo 5^5 (v. §. 48, III). §. 44. T e fa restano inalterate anche dinanzi a sorde, onde p. e. fa>fa (da portare) -+- fa, fa fa fagfa (v. §. 48, III), fagfa, (intensivo di gvv vacillare) fa grafag (v.§. 48, III), gigfag; far:, u/oce, -4- fag, g fa gtfgg, gfg (v. §. 27, b), vrgra (da gg*g, v. §. 5o), ben-sultante, ggfagg, *g5g (v. §• 4§> MI), gg^, quattro, g^fag ggà (v. §. 48, III). Eccezione, g dinanzi a g (e cosi anche contro il §. 32) cade e l’antecedente vocale, se breve, si allunga, onde p. e. srfa (tema dell’intensivo di ^ andare) dinanzi alla desinenza gfa (3.a pers. plur. pres.), passando secondo il §. 22, in sfa -H fa strafa. Osservai. Lo scambio di ge fa, piuttosto frequente nel dialetto vedico, ha pur luogo talvolta nella lingna comune, onde p. e. la radice vj, inghiottire, ne’ casi in cui g£ passa in sfa sifa (v. §§. 24, b; 19), muta, quando ad arbitrio e quando di necessità, g in fa, facendo verbigrazia fagfg o fafafg (3. pers. sing. pres.), ma solo gfara (intensivo) ; e uno dei nomi della cocos nucifera s’incontra sotto le quat¬ tro forme di gifiràg, grfg^fa, grffa^fa e grffagtg. §. 43. La sibilante palatina sr: 1) passa : a) in g dinanzi a (f e g che, conforme al §. 38, mutansi nelle corrispon¬ denti cerebrali; b) in gr dinanzi al g delle desinenze ver¬ bali; c) in g dinanzi a v; onde p. e. (da fasi indica¬ re) -4- gr, gufa fa ifar, Èfagfa, gfa (da gfa volere) -+- g xv, gfafa (intens. di fa^ entrare) -4-fa qfròfa (v. §. 38); 2) ne’ temi nominali davanti a g e g trattasi come se fosse g, onde p. e. vjjrfgfa, che entra in casa, -+- fag , g fa vj^fggfag , vfafagg. Eccezioni a 2. Ne’ derivati dalle x’adici fafa indicare , ffa vedere, «pi palpare, toccare, e, ad arbitrio, gfa perire, 51 è trattato come se fosse gr, onde p. e. fafax, /'e- gione, -4- fan , g fa faffag , fagj, c "gin fa "gufa* ovvero °gfìggN, °ggv» ovvero °ggj (v. §, 48, III). 30 MUTAZIONI EUFONICHE