Pagina:Guida al Lago d'Iseo.djvu/11

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

v

agevolata dalla doppia navigazione a vapore sul lago, e dalla buona via al passo dell’Aprica che si dirama

    di questo secolo, indi l’ingegnere Attilio Fedreghini da Sarnico, il dottor Lorenzo Rota da Carenno, i professori Giuseppe Regazzoni ed Elia Zerzi da Brescia, il professore Stoppani da Lecco, e segnatamente il cavaliere Giulio Curioni da Milano.
    Il lago d’Iseo e la Valle Camonica ne’ rispettivi storici e statistici, vennero descritti od illustrati specialmente da questi scritti:
    Catasto di Brescia del 1609-10 manoscritto di 714 fogli nella biblioteca Quiriniana di Brescia.
    Fra Fulgenzio Rinaldi. Monumenti Istoriali del castello d’Iseo, Brescia 1685.
    Fra Gregorio. Curiosi Trattenimenti Camuni. Venezia 1698.
    Maironi da Ponte. Dizionario Odeporico, Bergamo 1820.
    Bertolotti. Lettere. 1824.
    Carlo Ferrari. Il Sebino, poemetto. Brescia 1844.
    Memorie storiche sulla Valle Camonica dell’arciprete Giambattista Guadagnini e di Federico Odorici. Brescia 1855.
    Carlo Cocchetti. La Provincia di Brescia. Nella grande illustrazione del Lombardo Veneto. Milano 1858.
    Rizzi sacerdote Bortolo. Illustrazione della Valle Camonica. Treviglio 1870.
    E della siderurgia:
    Giulio Curioni. L’industria del ferro nella Lombardia. Milano 1860.
    Gregorini e Zitti. L’Industria del ferro nella provincia di Bergamo. Bergamo 1860.
    Zoppetti. L’industria del ferro nella Lombardia. Milano 1873.
    Douglas Freshfield. Italian Alpes. Londra 1875.
    Adami. Molluschi nella Valle dell’Oglio. Padova 1876.