Pagina:Guida al Lago d'Iseo.djvu/85

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

71

che si governava per Consiglio generale degli origiginari e per Consigli speciali, e per l’autorità del capitano e del vicario, nobili mandativi da Brescia, e pel sindaco e per l’avvocato eletti annualmente dal Consiglio della Valle e residenti in Breno. Venezia nel 1428 sottopose alla giurisdizione della Valle anche Pisogne, che prima stava con Iseo, e Losio, fortissima rocca de’ nobili.

Nel 1800 per Valle Camonica scese dall’Aprica il generale Macdonal con ventimila francesi per salire al Tirolo da Pisogne. Questa valle, ai confini tra la repubblica di Venezia e l’Austria, patì forte nelle guerre dal 1797 al 1815, e con decreto 24 novembre 1797 venne smembrata e data parte a Valtellina, parte a Bergamo e parte a Brescia; con altro del marzo 1798 fu aggregata tutta alla Valtellina, e con altro del maggio 1801 venne tutta aggiunta alla provincia di Bergamo, colla quale stette sino al 1859, essendo stata riunita a Brescia per legge italica 23 ottobre 1859.

I linguisti troveranno nella valle Camonica pascolo allo studio delle etimologie de’ nomi de’ luoghi, non altrimenti che nel Tirolo e nella Svizzera orientale. Ogni popolo vi lasciò medaglie della propria lingua.


    pati a Brescia del 1498. Di quelli del 1433 è un brano manoscritto nella biblioteca dell’Università di Pavia.