Pagina:Guida d'Udine.djvu/40

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
36 GUIDA

dre di mezzo schiaccia essa il capo al maligno serpente, e negli altri due è coronata nel cielo. L’attorniano quei profeti, ne’ vaticinii de‘ quali sono adombrati dei fatti al gran mistero allusivi. Vengono in seguito varie altre figure colla Virtù teologali1.

PIAZZA DI SAN CRISTOFORO

Su questa piazza è degno di considerazione il profondissimo pozzo scavato nel sasso, il quale si ridusse a pubblico uso e beneficio sotto il prefetto Teodoro Somenzari, ed è l’unico che sia aperto de’ cinque decantati pozzi, la cui origine rimonta a remotissimi tempi, e che fece restaurare il patriarca Raimondo della Torre2.

  1. Storia 259
  2. Henrici Palladii: Rerum Forujulensis 31, 49. Utini 1659, e Valvason Saggio ec. 11. Ecco l’epigrafe, che si mise nella parte interna del pozzo alla sua rinnovazione.

    PUTEUM

    INCOMPERTA ORIGINE

    CONSPICUUM

    VETUSTATE COLLAPSUM

    A PATRIARCA RAYMUNDO

    AN. MCCXC

    SOMENZARIO PRAEFECTO

    AUSPICE

    SEPTEMVIRI UTINENSES

    RESTITUERE

    AN. MDCCCVI