Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/21

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

9


Contro questa morbosità manesca il giornalista onesto dovrebbe apporre una forte resistenza, sicuro che troverebbe nell’opinione pubblica un sufficiente presidio per la difesa della sua onorabilità e della sua reputazione. E se oggi questo presidio al giornalista manca; gli fa difetto, perchè egli è troppo proclivo a dare parvenza di verità a calunniose dicerie, per attirare l’attenzione pubblica sul foglio suo.

Ma quello che è assolutamente incomprensibile è la facilità con la quale i giornalisti duellano tra di loro. Quali sono le cause di questi scontri? La risposta è ovvia. La causa si trova sul modo particolare e più che medioevale di condurre la polemica giornalistica, che dal campo delle idee e delle questioni teoriche, passa alla violenza di frasi e agli insulti, spesso plateali, contro gli antagonisti. Deficienza, quindi di mezzi intellettuali, e di coscienza, perchè dall’esame della vertenza la questione personale viene fuori non richiesta, non necessaria; ma come un’ancora di salvezza per colui che si è trovato a corto di buoni argomenti nella discussione impegnata.

Da questa sorte di.... lotte cruenti, chi ci scapita è la serietà del giornalismo e i giornalisti; perchè il pubblico, che sta alla finestra e vede come si macellano nell’onore i due

    3365 duelli, ripartiti così a seconda delle stagioni, divise per gruppi atmosferici e astronomici.

    STAGIONE ASTRONOMICA.

    Inverno: duelli 904

    (Gennajo, Febbrajo, Marzo)


    Estate: duelli 1140

    (Luglio, Agosto, Settembre).

    Primavera: duelli 995

    (Aprile, Maggio, Giugno)


    Autunno: duelli 326

    (Ottobre, Novembre, Dicembre)

    STAGIONE ATMOSFERICA.

    Inverno: duelli 680

    (Dicembre, Gennajo, Febbrajo)


    Estate: duelli 1312

    (Giugno, Luglio, Agosto).

    Primavera: duelli 887

    (Marzo, Aprile, Maggio)


    Autunno: duelli 584

    (Settembre, Ottobre, Novembre).