Pagina:I Duelli Mortali Del Secolo XIX, Battistelli, 1899.djvu/72

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
60

in buon assetto e lo pregò di marcare con un segno la migliore delle due pistole. Il buon armajuolo ingommò un pezzo di carta azzurra sulla cassa della pistola migliore.

Il diritto di scegliere l’arma sul terreno appartenne, per sorte, a de Mosny, e il signor R.... si affrettò a consegnargli la pistola segnata.

La Gazette des tribunaux del 21 agosto 1833, non ci dice se il signor R..,. fu condannato alla pena del taglione! Certo se l’era meritata!


Dopo la rivoluzione del 1830, il duello ebbe molti cultori appassionati nel Belgio. Però, tranne qualche rara eccezione, i duelli furono sempre poco cruenti.

Nel giugno (26) 1833, uno scontro alla pistola ebbe luogo tra i signori Gendebien e Rogier. La distanza era di quaranta passi, con facoltà di avanzare di dieci, Rogier sparò senza colpire Gendebien, il quale rispose cacciando la palla in pieno viso all’avversario, a cui trapassò la gota destra, fracassò parecchi denti, per allogarsi in fondo alla bocca.


Sul finire del 1833 in una foresta prossima e Dreisen, piccola città della Prussia, fu rinvenuto il cadavere di un tenente colonnello, Federico de Keunaw1. Da prima si credette ad un assassinio; ma l’istruzione giudiziaria pose in chiaro che era morto in duello. Ecco le rivelazioni che condussero al processo. Il consigliere Von Zahn ambiva la figlia del barone de Holler, ch’era già promessa al suo amico barone de Linsmar.

  1. Colombey: pag. 217.