Pagina:I Nibelunghi, Hoepli, 1889, II.djvu/76

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Avventura Ventitreesima

In che modo Kriemhilde pensò di vendicare il suo dolore


     Con onor grande assai, gli è questo il vero,
Elli vivean fino al settimo anno
L’uno accanto dell’altro, e la regina
D’un figlio intanto si sgravò. Più lieto
5Mostrarsi non potè re Ètzel mai
Qual per cotesto. Ed ella mai non volle
Questo lasciar ch’ella chiedesse ognora
Che d’Etzel il figliuol battesmo avesse
Conforme al rito cristiano. Detto
10Ortlieb ei fu. Di tanto una gran gioia
D’Ètzel fu allor per tutte le contrade.