Pagina:I Vicerè.djvu/240

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
238 I Vicerè

a chiamare con un espresso: il piangere che faceva! come un bambino!... Ne avea voluto del bene alla moglie! E allo stesso conte! Questo era stato lo sbaglio! Sua madre, no: l’amicizia degli Uzeda non le aveva dato alla testa; fin dal principio s’era accorta della piega che prendevano le cose. Se non fosse stata lei, il pasticcio sarebbe successo molto prima, Raimondo non avrebbe dovuto prender tante precauzioni. Egli rischiava infatti la vita, ogni volta. Quando Fersa andava in campagna, il conte entrava in casa di donna Isabella, avendo comperato tutte le persone di servizio: ma dal portone della stalla, che il cocchiere gli apriva, doveva salir sul tetto delle scuderie, scavalcare la balconata e di lì entrare in camera dell’amica.... Era stato un vero miracolo, se per tanto tempo non l’avevano sorpreso!... L’ultima notte, scappato senza cappello, gli sbirri di ronda l’avevano incontrato e stavano per arrestarlo; ma, conosciuto che era il conte Uzeda, l’avevano lasciato andare....

Gl’increduli, i curiosi, fecero capo alla polizia, ma lì furono mandati a spasso. E quel giorno stesso tutti videro il contino Raimondo al Casino dei Nobili dove giocò e chiacchierò del più e del meno, come di consueto. Possibile che sfidasse fino a questo punto l’opinione pubblica? O non era piuttosto da sospettare della storia che si narrava?.. Già correvano le versioni favorevoli a donna Isabella. Era levata, a mezzanotte? Non aveva sonno! La finestra aperta? Per il gran caldo. Il cappello per terra? Un vecchio cappello del cocchiere, il quale s’era divertito, nel pomeriggio, a buttarlo per aria!... Se tutte queste cose non s’erano messe in chiaro sul momento, bisognava incolpare quella furia di donna Mara. Non poteva soffrire la nuora, tutti sapevano come l’aveva maltrattata! Chi parlava del conte? Che c’entrava il conte? Chi l’aveva visto? Era a casa sua, si era raccolto subito dopo la processione del Santo Chiodo: il principe, la principessa, tutta la famiglia, tutti i servi potevano attestarlo! Forse perchè aveva fatto qualche