Pagina:I colloqui.djvu/96

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
86 La signorina Felicita ovvero la Felicità

M’apparisti così, come in un cantico
del Prati, lacrimante l’abbandono
51per l’isole perdute nell’Atlantico;
ed io fui l’uomo d’altri tempi, un buono
sentimentale giovine romantico....

54Quello che fingo d’essere e non sono!