Pagina:I precursori di Lombroso.djvu/38

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
34 i precursori di c. lombroso

sensazione, ha il concetto dell’universo più vasto e scientifico che abbia creato il pensiero antico. Cerca la spiegazione positiva in ogni minuto particolare. Ammette che gli organismi non si sieno formati perfetti da principio, ma sieno andati man mano perfezionandosi. L’uomo apparso dopo gli altri animali, dapprima selvaggio nei boschi e nelle caverne, senza famiglia, senza società, senza giustizia, non conosceva che il diritto della forza. E Lucrezio, vestendo di forma poetica la filosofia epicurea, le innestò dal mondo latino quel senso di realtà, di praticità, che nella sfera del diritto fece tanto grande e duraturo il pensiero romano.

2. — Ma quando pel vasto cosmopolitismo dell’impero la società greco-romana precipitava a rovina e la Scienza che già veniva arrestata dallo scetticismo, proclamante la verità inafferrabile, venne oppressa dalle fantastiche dottrine dell’Oriente, che sgomentarono il razionalista esaurito sotto il peso di una civiltà, esausta dai vizi e dalla propria grandezza, si ebbe un periodo di arresto, che impose il silenzio alla ragione. Si andarono perdendo le tradizioni Ippocratiche, dell’anima umana si fece una sostanza infusa nei corpi allora che nascono, necessario sprezzare il presente pel futuro, il visibile per l’invisibile; all’uomo già infelice per le tribolazioni della vita, si prepararono i terrori delle pene di oltretomba; come mezzi di purificazione e di propiziazione i digiuni, gli strazi, la povertà, la