Pagina:Il "genio" in guerra.djvu/15

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

giugno, attendevano la loro ora sul Montello. L’attesa, com’è costume per il soldato del Genio, era fatica senza pari in opere di rafforzamento.

Viene il momento buono: ed ecco che debbono combattere come compagnie di fucilieri. E che entusiasmo negli assalti, che fede nella santità della causa italiana, che voluttà di sacrificio nel ricacciare il feroce invasore!

E quando si ritirarono gli Zappatori?

Allorchè furono ridotti a 80 uomini guidati soltanto da 4 ufficiali superstiti.

Se volessimo ricordare tutti i soldati e gli ufficiali del Genio Zappatori caduti in combattimento o sul lavoro, feriti e mutilati, dovremmo dedicarvi più pagine, e questo sarà certo fatto a suo tempo. Il nome degli ufficiali CAMPOSAMPIERO EUGENIO da Padova, SANGIOVANNI EVARISTO da Torino, DUGNANI RAUL da Milano, MESSINA GIUSEPPE da Monte San Giuliano, PICCHIONI GIOVANNI da Roma, PASINI GINO e VERMIGLI ULDERICO da Ascoli Piceno sono soltanto i più noti.

Così pure se nominiamo il caporal maggiore GIRONI GIOVANNI da Milano, il caporale SELVAGGIO CORRADINO da Praj (Novara) e i soldati PORTALE MARIANO da Maleto, GRASSI FERDINANDO da Farini d’Olmo e GENNARI AUGUSTO da Saludeccio (Forlì), tutti caduti sul campo dell’onore, è solo per ricordare una piccola parte della nobilissima schiera.

E quanti dovremmo ricordarne che, fieri quanto il tenente DE PONTI NICOLÒ da Longano e i soldati PUGGIONI COSTANTINO e PINTUS GIUSEPPE da Cagliari, feriti più volte ritornarono all’assalto con rinnovato ardimento!

Ma dei mille e mille soldati della tempra di CIVELLI DANTE da Albiolo che per mesi e mesi non ebbero altro compito che quello di aprire il varco alle fanterie andando a portare tubi di gelatina esplosiva sotto i reticolati nemici, chi scriverà mai tutto il bene che meritano e chi esprimerà mai a pieno tutta la riconoscenza del Fanti e quella del Paese?


... «Per il valoroso contegno tenuto nella battaglia merita onore di speciale citazione il 9 Battaglione Zappatori del Genio»....

(Comunicato Diaz del 23-7-1918).



— 13 —