Pagina:Il Mistero del Poeta (Fogazzaro).djvu/216

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
212 il mistero del poeta

pentì, pensando a suo fratello. Così ci separammo senz’alcun segno d’amicizia; pure nel cuore eravamo più legati di prima.

Scrissi subito a Violet:

«Ho parlato al dottor Topler, in questo momento. Gli ho detto che amo miss Yves, che ella mi ama e mi respinge, che Dio me la concederà.»

Recai immediatamente questo biglietto alla Posta, nella speranza che Violet lo potesse avere la sera stessa.