Pagina:Il Mistero del Poeta (Fogazzaro).djvu/356

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
352 il mistero del poeta

attesa di uscirne, non so quando, non so dove, ma nel sole?

È alla sala d’aspetto della piccola stazione di Assmannshausen che ora io penso. Tre giorni dopo la gita a St. Goar salimmo al Niederwald insieme agli Steele e a certi loro amici di Magonza. Era una domenica e s’incontrò molta gente allegra che usciva dai boschi con mazzi di fiori e di frondi, le donne in mano e sul seno, gli uomini al cappello. Presso al monumento nazionale, di cui non sorgeva ancora che la base, un gruppo cantava qualche cosa di patriottico che pareva religioso. V’era una lontana minaccia di temporale e non dimenticherò mai l’effetto di quel cielo nero verso la Francia, di quel gran fiume a’ nostri piedi, disputato dalle genti, di quel canto grave e solenne. Violet aveva fatto la salita a cavallo, non essendovi ancora in quel tempo la ferrovia da Rüdesheim al monumento, e mi pareva aver sofferto di questa cavalcata, benchè non lo volesse ammettere. Dallo Iagdschloss dove comincia la discesa sull’altro fianco del monte, fino ad Assmannshausen dove intendevamo prendere il treno per