Pagina:Il Trentino.djvu/77

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
60 il trentino


torrente Alpone, col Chiampo fino a Montebello e colla linea eli depressione fra essi e i Berici, lungo la quale corre la linea ferroviaria) a SE. ed E. coll’Oroio, col Leogra; a E. e NE. colla valle del Leogra, il Pian delle Fugazze e Vallarsa (Leno).

Il nucleo principale è costituito dalla cima di Posta-Campobrun, una massa quadrangolare attorno alla quale si annodano altre diramazioni laterali; a NNE. la catena Baffelan-Cornetto, che, unita al nucleo mediante il passo di Campogrosso (1454 m.), si protende fino al Pian delle Fugazze; un altro contrafforte, che si stacca a S. si abbassa al passo della Pertica (1525 m.) e rannoda il gruppo principale al sistema montuoso dei Lessini veronesi o Lessini propriamente detti, racchiusi tra l’Adige a W. e a S., il Progno d’Ilasi ad E., la Y. dei Ronchi e il P. della Pertica a N.; finalmente dall’estremità ad E. della massa centrale si stacca un contrafforte, che si deprime al passo della Lora (1714 m.) e. lo allaccia al gruppo meridionale Zeola-Gramolon che esce completamente dai confini del Trentino. Così la catena dei Lessini ci appare distinta in quattro aggruppamenti.

I monti Lessini propriamente detti formano per buon tratto il confine fra il Trentino e il Veneto e rientrano col loro versante settentrionale nel Trentino: il loro punto culminante è la Cima Trappola (1867 m.). Essi formano un quadrilatero racchiuso da vari contrafforti culminanti: a N. il M. Castelberto (1751 m.) e lo Sparavier (1798 m.) ad E. il M. Malera (1772 m.) ad "VV. il Corno d’Aquilio (1546 m.) e a S. la cima secondaria della Purga di Velo (1257 m.). Nella parte più settentrionale si stende un magnifico altopiano ondulato, sparso di cascine e di prati (al quale unicamente, secondo l’etimologia prevalente della voce Lessinio e lissiniva — terra usata e preparata per i pascoli — si dovrebbe restringere il nome di Lessini) e declinante uniformemente a mezzogiorno, ove si aprono profonde insenature, che vanno poi a formare altrettante valli, disseminate di villaggi, ma percorse da torrenti

1



  1. Brentari e Cainer. Guida storico-alpina di Vicenza, Recoaro, Schio. Vicenza 1887. — Pock . Ein Streifzug durali die Lessinischen Alpen. In «Zeitscli. d. D. u. Oe Alp. Ver.» 1890. Vol. XX.