Pagina:Il Vendemmiatore e La Priapea.djvu/8

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
viii L’EDITORE A CHI LEGGE.

do raccontano questo atrocissimo avvenimento.

Sulla vita e sulle opere di Niccolò Franco, il lettore può consultare il Crescimbeni, il giornale de’ letterati d’Italia scritto da Apostolo Zeno, le suaccennate annotazioni dello stesso Zeno alla biblioteca italiana del Fontanini, il Menagiana con le note di Bernardo de la Monnoye, e la vita di Pietro Aretino scritta dal Mazzucchelli.

L’unica particolarità ch’io credo dover accennare sul Franco si è, ch’egli fu condannato ed impiccato in Roma nell’anno 1570. sotto il pontificato di Pio V. e tal condanna fù originata sicuramente dalle di lui satire ed invettive contro la corte di Roma, e particolarmente per aver egli autenticato il primo in istampa il fatto scandaloso che poc’anzi accennai, e non già dalle satire contro Pietro Aretino, come rischiara benissimo il sudetto Apostolo Zeno nelle sopracitate annotazioni.