Pagina:Il libro dei versi (1902).djvu/124

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ORSO VIVO 113


Pure un lamento

Che suona e muor
Viene sul vento

Ad or, ad or:


« Re Orso

Ti schermi
Dal morso

Dei vermi! ».


65Un fier gigante e un lepido

Nano stan presso al Duce;
Ma sulla fronte livida
Del re, nell’occhio truce
V’è il marchio del terror.
70Ei sclama in suon terribile:
« Trol! Se la gazza hai spenta
Qual voce si lamenta
Sì spaventosa ancor? »
Papiol sui storti piè
75Fa un bell’inchino al Re,

Poi dice: « Principe!

Paura ammanta
Di buio il fulgido

Raggio del sol.