Pagina:Il libro dei versi (1902).djvu/93

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

* * * 81


Esalerò dalle pupille spente
L’anima sciolta e di letizia ardente
E volitando o donna andrò vêr te.
Là, nelle fredde notti, al fosco tetto,
Sarò la fiamma del tuo caminetto
E al mio tepor ti farai rosa i piè.




 
Ti splenderò fatate visïoni.
Poemi di scintille e di carboni
          Dall’ermo focolar.
E quando sparirò sul far dell’alba,
Nella tua cella taciturna e scialba
          Più non potrai sognar.


1863



Il libro dei versi-094.jpg