Pagina:Il podere.djvu/76

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 64 —

Anche se avesse voluto chiedere tre volte di più, ci sarebbe stato modo. Non c'è pericoli! Quando ha parlato l'avvocato, i denari vengono in mano! È come andare a pigliare il pane!

Giangio, che aveva da portare certi fogli al tribunale, lo salutò; ripetendogli che era pronto ad accompagnarlo al Banco.

Remigio, a pena in strada, credette che fosse per venirgli una vertigine; e dovette soffermarsi proprio mentre avrebbe voluto passare in mezzo alla gente senza che lo vedesse nessuno. La sua fierezza violenta, ora, era esasperata; ed egli avrebbe voluto, così, come si sputa, mettere al posto ogni cosa: i debiti riescivano a strappargli la carne dentro; gliela distruggevano. Tornò subito a casa, come se avesse dovuto fuggire; per rifugiarsi. A tavola, dopo aver mangiato in silenzio, fece ridere Ilda, ma Luigia lo sgridò; e, sparecchiando, gli fece capire che avrebbe avuto voglia di sfogarsi attaccando il discorso su gli interessi della Casuccia.