Pagina:Inni di Callimaco.djvu/42

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DELO






E quando, ingegno mio, quando la cuna 1
     D’Apollo canterai? Sono di rima
     Degnissime le Cicladi ciascuna,

Imperocchè d’onor seggono in cima
     5Nei campi d’Ocean, ma per costume
     Delo cantar le Muse aman la prima,

Delo che sparse del corrente fiume
     Il re dei carmi, e nelle fasce il chiuse,
     E a lui prima inchinò siccome a nume.

10Chi non canta Pimplea spiace alle Muse,
     E chi Delo non canta a Febo spiace;
     Ed io, perchè mi sien sue grazie schiuse,